Non abbiamo la corrente elettrica a casa chissà quante volte vi sarà capitato!!! 

immagine

guasti:come fare senza corrente elettrica

Per chi non è del mestiere spesso non ha idea di come muoversi e la prima cosa che fa è:

  1. Chiamare l’Enel
  2. Chiamare l’elettricista
  3. Chiamare l’amico o il vicino

Eseguire alcune prove in tutta sicurezza tipo:

  1. controllate il quadro elettrico o centralino elettrico di casa vostra
  2. controllate il contatore elettrico

 Il quadro o centralino elettrico di casa:

Il quadro elettrico o centralino elettrico non è altro che il cuore del nostro impianto dove viene smistata la corrente ai diversi utilizzatori

dal contatore arriva tutta la corrente di cui abbiamo necessita’ poi nel quadro viene suddivisa per circuiti , esempio:un po’di corrente per le luci un po’per le prese un po’per la zona cucina.

Tutto ciò avviene utilizzando nel quadro elettrico dei dispositivi di protezione tipo:

  1. Il salvavita
  2. Il magneto termico

Il primo lo riconoscete perché di solito ha un tastino di prova con una T disegnata che sta a significare “test”

Consiglio: effettuare un test almeno 1 volta al mese per verificare se il dispositivo è funzionante ,premendo il tasto il dispositivo dovrà staccare e lasciarvi senza corrente elettrica sino a quando non lo riarmerete,se questo non avviene 

Il secondo  lo riconoscete perché oltre al fatto che non ha un tasto di “test”  lo potete trovare sia a 1 modulo(quello stretto) o a due moduli(quello più largo) per linee a 220v(vi rimando alla pagina dispositivi di sicurezza per approfondire)

Leggi la Guida:Rischi e pericoli in vecchi impianti elettrici

Nella maggior parte  dei quadri elettrici nelle civili abitazioni (anche se le normative sono cambiate) troviamo:

  1. Un generale quadro elettrico composto da un salvavita(quello con il tasto blu)
  2. Un magneto termico da 16 Ampere che protegge il circuito delle prese di forza motrice(es. schuko o prese bipasso)
  3. Un magneto termico da 10 Ampere che protegge il circuito delle luci

Se trovate nel quadro elettrico una di queste circostanze :

Il salvavita(quello con il pulsante di test)  e il magneto termico da 16 Ampere che alimenta le prese abbassati e il magneto termico da 10 Ampere per le luci sollevato, è molto probabile che un elettrodomestico crei qualche problema

fate caso se il distacco della corrente elettrica avviene in concomitanza all’uso di qualche elettrodomestico

ad esempio forno,aspirapolvere, lavatrice microonde o altro ,in tal caso staccate dalla presa l’ultimo elettrodomestico che stavate utilizzando e riprovate ad attivare nel quadro elettrico i due interruttori(salvavita generale e prese)per verificare se tutto riprende a funzionare.

In caso contrario ,staccare tutti gli elettrodomestici collegati alle prese e rifate la prova di riarmare gli interruttori nel quadro.

se anche in questo caso gli interruttori non rimarranno attivati è possibile che ci sia un problema di corto circuito o dispersione

nell’impianto o meglio nel circuito delle prese ,in tal caso lasciate staccato il l’interruttore delle prese e attivate il salvavita

in tal modo ,non funzioneranno le prese ma almeno le luci saranno in funzione,chiamate un elettricista il prima possibile per poter riparare il guasto!!!

 invece se il salvavita e il magneto termico da 10A che comanda le luci sono abbassati:

è più difficile intervenire per uno che non è del mestiere ,vi consiglio in questo caso di lasciar staccato l’interruttore delle luci,riattivate il salvavita in modo tale da porre in funzione almeno le prese e chiamate un elettricista per risolvere il problema.

Se nel quadro elettrico di casa vostra tutti gli interruttori sono sollevati ma in casa non avete corrente elettrica:

fate un salto dove si trova il vostro contatore ,se lo trovate abbassato con molta probabilità avete superato l’assorbimento a vostra disposizione.

di solito un contatore elettrico per un classico appartamento viene fornito di 3000 watt (3kwatt)di potenza istantanea ad una tensione di 220 volt (le potenze cambiano in base a vari fattori) ciò significa che in casa vostra al massimo potete consumare nello stesso istante al massimo 3000 watt.

Facciamo un esempio se mettete in funzione nello stesso momento:

  • la lavatrice 1100 watt
  • il forno 1200 watt
  • la lavastoviglie 1100 watt

tirando le somme abbiamo superato i 3000 watt istantanei forniti dal nostro gestore elettrico, in questo caso,stiamo assorbendo istantaneamente 3400 watt (400 watt in più di quelli consentiti).

Cosa dovremmo fare?semplicemente staccare qualche elettrodomestico e riattivare il contatore e vedrete che la luce sarà riattivata

Leggi la Guida:come risparmiare energia elettrica per pagare meno in bolletta

Gli interruttori nel quadro elettrico sono attivi e anche il contatore elettrico è attivo:

allora è il caso di chiamare il vostro gestore elettrico il quale o vi dirà se è presente un problema da parte loro che risolveranno il prima possibile o se dobbiate chiamare un elettricista.

Ovviamente queste sono informazioni per chi non ha alcuna conoscenza nel settore elettrico e può trovare alcuni consigli per poter trovare subito rimedio ad alcuni imprevisti che possono accadere nelle vostre abitazioni

Per avere maggiori informazioni potete contattarci cliccate sull’icona di whats app o seguendo il nostro link 

oppure scriveteci nei commenti 

logo

guasti:come fare senza corrente elettrica

 

 

 

Pin It on Pinterest

Avvia la chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao!
Hai bisogno di aiuto?